Le principali differenze tra cristianesimo ed ebraismo

Dalla nascita, ai primi scontri dottrinali, allo sviluppo geografico e storico. Ebraismo e cristianesimo hanno radici comuni ed hanno condiviso una parte del loro percorso. Anzi, il secondo prende dal primo e, almeno storicamente, ne é il proseguimento. Gesú Cristo, é per i cristiani il Messia, inviato da Dio per redimere l’umanità. I fedeli dell’Ebraismo, al contrario, non riconoscono a Gesú questa sua dote salvifica, ed attendono ancora il loro Messia. Sono entrambi religioni monoteiste (che adorano un solo dio), e dalla nascita del Cristianesimo fino all’avvento dell’Islam, hanno condiviso e lottato in uno spazio geografico ben preciso: quello che ora sono Israele e Gerusalemme.

shutterstock_243025738Due approcci diversi

Nonostante le radici comuni con il Cristianesimo, l’Ebraismo ed i suoi fedeli sono stati accusati, nel tempo, dell’assassinio di Dio (la crocifissione, il “deicidio”), il che ha portato al diffondersi di un sentimento anti-ebraico, purtroppo ancora radicato in Europa e nel mondo. Dal punto di vista delle manifestazioni religiose, il cristianesimo, soprattutto nella variante cattolica, si differenzia dall’Ebraismo per i sacramenti dell’eucarestia e della confessione, sebbene abbia ereditato dall’Ebraismo il sacramento del battesimo. Inoltre nel Cristianesimo si venerano i santi e la Vergine Maria (figure assenti nell’ebraismo, dove si venera solo Dio, Yahvé, il cui nome non si pronuncia) e si costruiscono santuari loro dedicati, con esempi impressionanti (Santuariomadredelbuonconsiglio.it).

Il futuro: coesistenza

Secondo un’indagine del 2014, al tempo c’erano 4.200 differenti religioni nel mondo. Ognuna con il suo dio, ed ognuna a domandarsi: Chi ha ragione? I credenti dell’ Ebraismo? Oppure i Cristiani? Oppure forse entrambi, o nessuno dei due? Il mondo ha sempre avuto molte religioni, oltre ad altre credenze che non sono considerate religioni propriamente dette, ma sistemi di pensiero, come il buddismo. Tuttavia, il mondo non è mai stato così interconnesso e con una così alta esposizione all’idea dell’altro. Perciò il futuro può solo esistere nel rispetto della religione dell’ altro e nell’impegno reciproco per la creazione di una coesistenza comune. Perché questo è il nostro mondo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *