Le maggiori festività ebraiche

Shavuot (Festa delle Settimane)

Shavuot è una festivdownloadità che segna il dono della Torah agli Israeliti data sul Monte Sinai da Dio. Si tratta di una festività di due giorni che è spesso celebrata studiando per tutta una notte temi religiosi ebraici in compagnia di amici. Gli ebrei praticanti non lavorano e non vanno a scuola durante lo Shavuot.

Succot

Succot è una commemorazione del vagabondaggio degli Israeliti nel deserto prima di ricevere la Torah. Questa festa è anche una commemorazione del raccolto finale prima che arrivino le piogge invernali.

Si tratta di una festività di otto giorni e gli ebrei praticanti non lavorano e non vanno a scuola durante i primi due giorni e l’ultimo giorno. Si è soliti costruire una struttura chiamata Succah come simbolo dei tipi di strutture Israelite che venivano costruite mentre si vagabondava nel deserto.

Simchat Torah

Simchat Torah commemora la conclusione e l’inizio del ciclo di letture della Torah che dura un anno intero. Essa si verifica il giorno dopo la fine del Succot. Gli ebrei praticanti non lavorano e non vanno a scuola durante lo Simchat Torah.

Hanukkah

Hanukkah è una vacanza di otto giorni che segna la vittoria degli antichi israeliti, guidati da Giuda Maccabeo, sull’esercito siriano-greca nel 165 A.C. Tradizionalmente, gli ebrei accendono una candela per ogni notte di questa festa fino a quando raggiungo le otto candele a simboleggiare l’arrivo dell’ottavo giorno.

Si accende anche una nona candela la “shammash”. In tempi recenti, è diventato tradizionale scambiarsi doni durante questa festività. Anche se Hanukkah di solito si verifica durante il periodo di Natale non è in alcun modo una vacanza paragonabile al Natale che i cristiani Cattolici celebrano.

Purim

Purim è una festa minore nel calendario ebraico. Essa commemora il trionfo degli ebrei su un complotto omicida da parte di un consigliere del re Assuero in Persia nel V secolo A.C. Si tratta di una festa gioiosa e si celebra leggendo la Megillah (un rotolo che commemora la storia di Purim) cuocendo i tradizionali hamintaschen (biscotti a forma triangolare che contengono marmellate) e vestosi in costume.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *