La tradizione della Pasqua ebraica

La Pasqua è una festività di otto giorni che commemora la liberazione degli Israeliti dalla schiavitù egiziana. Una festa rituale in cui le prime due notti, chiamate Seder, si è s140416221828-04-passover-0416-restricted-horizontal-large-galleryoliti raccontare la storia di come nacque la Pasqua.

I cibi che vengono consumati in questi otto giorni non possono essere più mangiati per tutto l’arco dell’anno. Gli ebrei praticanti non lavorano e non vanno a scuola i primi due giorni e gli ultimi due giorni di questa festa.

La festa della Pasqua inizia al tramonto il 14 di Nisan (di solito in marzo o aprile) e segna l’inizio di una celebrazione di sette giorni che comprende la festa degli Azzimi.

Alimenti pasquali

Matzoh: tre matzohs azzime sono collocati tra le pieghe di un tovagliolo come un richiamo alla fretta con cui gli Israeliti fuggirono in Egitto, senza lasciare il tempo alla pasta di lievitare. Due di queste matzohs azzime sono consumate durante il pasto e una (la Aftkomen), viene nascosta durante la cerimonia per poi essere trovata come un premio.

Maror: erbe amare, di solito lattuga o rafano, utilizzate per simboleggiare l’amarezza della schiavitù.

Charoses: un miscuglio di mele, noci, vino e cannella, come ricordo della malta usata dagli ebrei nella costruzione di edifici quando erano schiavi.

Beitzah: un uovo arrosto, come simbolo della vita e della perpetuazione dell’esistenza.

Karpas: un ortaggio, che di solito viene scelto tra prezzemolo e sedano, che rappresentano la speranza e redenzione. In questa occasione, viene servito con una ciotola di acqua salata per rappresentare le lacrime versate dal popolo ebraico durante la schiavitù.

Zeroah: tradizionalmente un pezzo di arrosto di agnello, che simboleggia l’offerta sacrificale pasquale.

Vino: quattro bicchieri di vino sono consumati durante il pasto per rappresentare la promessa della redenzione eseguita quattro volte, con un bicchiere speciale per ricordare il profeta Elia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *